Jorge Kohan
Cinco estudios tangueros
- En mi casa me salía
- Tocate un vals
- Estudio triste
- Tarde, o temprano
- Quinto y Tumba
Suite "Cuentos fantasticos"
- El mismo destino
- Las cartas
- Como entonces
Tango-Sonatina
- Pequeña Milonga
- Triste
- Tango rondó
Sonata "En la neblina"
 Tre piezas sobre Tobi
Per duo di chitarre (con Victor Villadangos)
- Cuidando a Buki
- ¡Una ganga!
- De viaje (el líder)
Suite "Queja de los arrabales"
per chitarra e violino (con Sebastián Prusak)
- Queja de los Arrabales
- A flores quemadas...
- ¡La punta del obelisco!
 
JORGE OMAR KOHAN Queja de los arrabales

Recensione di Adriana Tessier - Gennaio 2011


Il Tango… si trasforma ed evolve nei contesti in cui si sviluppa e, sia pure attraverso l'espressione del senso drammatico della vita, trasmette le più diverse emozioni, comprese l’ironia e la capacità di ridere di se stessi. Perché, ancora oggi, è uno stile di vita, è la voce degli emarginati e degli oppressi ma non solo: è la voce di tutta la gente.

Non a caso il compositore di questo genere forse più apprezzato a Buenos Aires, Osvaldo Pugliese (Buenos Aires 1905-1995), affermava che il Tango“ è il libro di proteste del sobborgo” (es el libro de quejas del arrabal).

Lo stesso sentire, espresso attraverso una creatività raffinatamente vivace, al passo con i tempi e protesa in avanti, in qualche caso anche di frontiera ma sempre ben ancorata alle radici, è presente in Queja de los Arrabales, il secondo CD da solista del chitarrista compositore argentino Jorge Omar Kohan che contiene, divise in sei gruppi, le sue composizioni più recenti, comprese alcune musiche con finalità didattiche e vincitrici di importanti concorsi di composizione (Cinco estudios tangueros, Tango-Sonatina, Sonata En la neblina).

Nel CD, il cui progetto ha vinto il prestigioso "Fomento a las Ediciones discograficas de Tango" del Fondo Nazionale delle Arti in Argentina, Jorge Omar Kohan interpreta le proprie opere, alcune delle quali insieme a due rappresentativi musicisti argentini: il chitarrista Víctor Villadangos (Tre piezas sobre Tobi) e il violinista del gruppo La Camorra - di cui lo stesso Kohan è un componente - Sebastián Prusak (la suite Queja de los Arrabales, che dà il titolo al cd).

Si tratta di un lavoro monografico, dunque, frutto di un interessante percorso guidato da una profonda e maturata conoscenza del genere Tango, ispirato e illuminato da immagini, luoghi, storie di vita quotidiana e fantastiche, svelato attraverso l’elaborazione di elementi stilistici tipici, l’uso di armonizzazioni, ritmi, timbri, tessiture e colori diversi e di sonorità e forme di volta in volta classiche o contemporanee.

Le composizioni e le interpretazioni di Kohan, vive, incisive e coinvolgenti, emanano l’intensa carica emotiva del Tango di ieri e di oggi ed evidenziano le ricchissime potenzialità timbriche ed espressive della chitarra, strumento che, anche da solista, genera un'ampia gamma di sonorità inconsuete, originali e cangianti, di volta in volta intense o delicate, mordenti o ironiche, malinconiche o brillanti, ma che sempre raccontano, dicono, descrivono, interagendo profondamente con l’interpretazione che l’ascoltatore ne vorrà dare.

Il CD rivela le grandi qualità creative e comunicative di Kohan, una voce nuova della generazione "post-Piazzolla", che rappresenta il Tango moderno e che certamente non mancherà di essere apprezzata tanto dagli intenditori quanto dai profani.